favicon
Della 'prima morte' di Ernest Hemingway e di altro ancora

Della 'prima morte' di Ernest Hemingway e di altro ancora

Forse comincerò ad amare Hemingway adesso che tutti sembrano averlo dimenticato. Debbo ai tanti nipotini italiani di Hemingway una diffidenza verso di lui da “non l’ho letto e non mi piace”, confermata poi da letture affrettate, quasi soltanto per motivare il pregiudizio, suscitato in me dal suo cantore principale: Elio Vittorini. Pur sapendo poco l’inglese,…

Nel reticolo di fiumi e lagune e barene e canali veneti, seguendo le tracce di Ernest Hemingway

Nel reticolo di fiumi e lagune e barene e canali veneti, seguendo le tracce di Ernest Hemingway

Le ‘fate lavanderine’ non saltellano più tra le cannucce e i lecci sulle loro zampette di pecora. Il nano ‘Massariol’ non sbuca più da dietro i pungitopo per pizzicare il mandolino alle ragazze. E i dolcissimi gamberi di fiume che un anonimo artista adagiò devotamente fritti nel piatto di Gesù nell’ultima cena dipinta nella chiesa…

Lupo di mare

Lupo di mare

Il testo che segue è stato scritto da mio nonno, conte Enrico della Porta Rodiani Carrara, all’incirca negli anni cinquanta del trascorso Novecento. Narra di tempi lontani, degli ultimi anni della navigazione a vela, del Mare Mediterraneo, dell’Oceano Atlantico, di traversate, di fortunali, di tempeste, di epidemie, di fame e di sete. Memorie di una…