favicon
Il flagello della “spagnola” che colpì la popolazione mondiale alla fine della Grande Guerra

Il flagello della “spagnola” che colpì la popolazione mondiale alla fine della Grande Guerra

Cento anni fa, nei primi mesi del 1919, l’epidemia di influenza denominata “spagnola”, iniziata nella primavera del 1918, scomparve misteriosamente come altrettanto misteriosa era stata la sua comparsa e la successiva diffusione l’anno precedente. In realtà si ebbero ancora parecchi casi nei due anni seguenti, però con una mortalità ridotta fino poi a sparire del…

Il dramma dei comunisti italiani nella Russia di Stalin e la complicità del PCI di Palmiro Togliatti

Il dramma dei comunisti italiani nella Russia di Stalin e la complicità del PCI di Palmiro Togliatti

Uno degli aspetti più mostruosi, al punto da sembrare inverosimile, è l’odissea delle centinaia di comunisti italiani che approdarono all’URSS sia per sfuggire al fascismo che per ragioni ideali negli anni tra i due conflitti mondiali del secolo scorso, e si trovarono vittime inconsapevoli e dimenticate del sistema di terrore sovietico scatenato da Stalin, con…

Elio Vittorini dal convegno di Weimar del ‘42 al Sacro Monte di Varese fino alla Liberazione

Elio Vittorini dal convegno di Weimar del ‘42 al Sacro Monte di Varese fino alla Liberazione

Il 24 ottobre del 1941 si svolse a Weimar il congresso annuale degli scrittori tedeschi a cui parteciparono, su invito del ministro per la propaganda del Reich Joseph Goebbels, 37 scrittori provenienti da 15 paesi europei, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Norvegia, Olanda, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera ed Ungheria, con lo scopo…

Questioni di stalinismo: l’eccidio nazista di Babij Jar “dimenticato” dalla propaganda bolscevica

Questioni di stalinismo: l’eccidio nazista di Babij Jar “dimenticato” dalla propaganda bolscevica

L’invasione della Russia da parte delle truppe di Hitler, denominata in codice “operazione Barbarossa”, ebbe inizio il 22 giugno 1941 con un esercito di quasi quattro milioni di soldati tedeschi, ungheresi e slovacchi, 3600 carri armati, 2700 aerei, 600.000 autocarri e 700.000 cannoni che oltrepassarono il confine sovietico da nord a sud, dalla Finlandia al…